Sciopero dei blogger: 10 motivi per non aderire fino a Ferragosto

Sciopero!Sciopero sì, sciopero no: dopo la sospensione dello sciopero dei giornalisti, Alessandro Gilioli fornisce cinque buoni motivi per fare comunque lo sciopero dei blogger contro il decreto Alfano. Siccome anche internet non sfugge allo ying e allo yang, ecco come contraltare dieci buoni motivi per non scioperare il 14 luglio.

  1. Il decreto del ministro Alfano è ancora in fase betana
  2. Un banner a dimensione striscione di piazza occupa tutto lo spazio hosting
  3. Lo sciopero dei blogger non fa andare a piedi i Cobas
  4. L’adesione allo sciopero dei vari blog sulla circoncisione dei galli Cuba metterebbe in pericolo la continuità dell’informazione su un tema così attuale
  5. Nessuno parlerebbe male di Berlusconi su OkNotizie e il Premier ci resterebbe male
  6. L’influenza di un blogger raggiunge solo il secondo grado di parentela, per il terzo c’è il morbillo
  7. Su 5000 blog 4900 dicono tutti la stessa cosa, perciò lo sciopero di informazione riguarda 100 fonti
  8. Meglio scrivere un post che pigliarlo in quel post
  9. In Francia il 14 luglio hanno preso la Bastiglia senza nemmeno una connessione a 56k
  10. Meglio farlo a ferragosto: ci scappa la grigliata; prelevate il banner qui a fianco.

2 commenti »

  1. Dr.Tarr said,

    luglio 14, 2009 @ 11:52

    Carissimo Dr. Kazz,
    concordo pienamente con lei!
    Quindi anche se non ho nulla da dire, tanto per non aderire allo sciopero, scrivo che non ho nulla da dire.

  2. mattkazz said,

    luglio 14, 2009 @ 21:44

    Grazie: sapevo già che il Dr.Tarr ha sempre un rimedio per tutto.

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Lascia un commento