Tutto sul mio Madri (2011)

Seo Web Marketing Experience 2011Tutto sul mio Madri è un film scritto e diretto da Enrico M.
Quello che emerge dal film è lo spessore umano dei personaggi principali, che infatti sono tutti uomini, tranne la voce narrante dell’affascinante Elena Farinelli.
Uscito nelle sale di Milano il 28 ottobre 2011, il film ha avuto per protagonisti vari attori di calibro quali:

Piersante Paneghel – nella parte di uno strenuo difensore della privacy, nonché arcigno difensore della SEO, nonché strenuo ammiratore del rude difensore Romeo Benetti

Enrico Altavilla – nel ruolo di un attento osservatore delle problematiche di indicizzazione, nonché esperto di meccanismi del file robots, nonché attento a non sgarrare per non prendere calci stile Benetti dal socio Piersante

Luca Bove – nella veste di un romantico vagabondo senza bussola salvato dalle Google Maps

Gianpaolo Lorusso – recita il personaggio di un’amante disperato che fa dell’usabilità made in USA la sua unica musa

Filippo Toso – nel ruolo di un brillante showman che con il suo jet personale fa test di atterraggio su una landing page

Moreno Bonechi – veste i panni di un leggendario eroe che prende a pugni una Facebook da schiaffi per vendere gioielli a donne sentimentalmente legate ad altre donne, entrambe legate alle sbarre di un letto in ferro battuto

Anche il regista, Enrico M., si è concesso un ruolo da protagonista, rivelando sul finale di avere intascato migliaia di dollari con un’idea che gli venne alle quattro del mattino di qualche anno fa, mentre non riusciva a prender sonno. In effetti l’intervento si intitolava “Guadagno on line, sogno o realtà?”: alcuni critici maligni dicono che stesse dormendo. Anche se fosse, cosa importa, siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni.

6 commenti »

  1. Giorgio Taverniti said,

    ottobre 29, 2011 @ 16:16

    E’ vero che non hai messo il trailer perchè altrimenti dovevi pagare la SIAE? :D

  2. boazano said,

    novembre 2, 2011 @ 10:58

    Ciao, a me è sembrato invece tutto un po’ superficiale.

    Bove ha spiegato l’interfaccia di Gmaps – capirai che segreti. Narcolettico.
    Lorusso ha fatto un excursus sull’usabilità per sommi capi. Inutile bignami.
    Altavilla e Paneghel riescono a rendere interessanti peccato per gli argomenti trattati. Rispetto siempre.
    Toso è un professionista preparato che sa parlare davanti a un pubblico. Certo, chi aveva visto il video di presentazione del suo corso a Bologna il 25 novembre aveva visto tutto. Markettaro pro.
    Bonechi. Beh simpatico certo mi pareva che laconclusione fosse: utenti maggiormenti profilati= + conversioni – costi. Ascoltabile soliloquio.
    E infine Madrigano: la sensazione era questa’anno non c’avevo voglia de lavorare a ‘ sto corso.

    In conclusione: un ottimo corso base per chi non ha mai letto un libro sull’argomento.

  3. mattkazz said,

    novembre 2, 2011 @ 18:59

    @giorgio
    se vuoi ti mando il dvd pirata, dove i relatori hanno un occhio bendato e la bandana nera

    @boazano
    Eh, vabbè magari c’è gente che sta sempre su internet e non ha mai letto un libro in vita sua nemmeno alle elementari. Inoltre la Nelli in tailleur valeva da sola lo spettacolo.
    Quanto a Enrico M., è vero che ha ridotto il suo spazio di intervento ma il suo pensiero è così illuminato che guardandosi allo specchio si abbronza: basta prenderne qualche raggio di sole, a piccole dosi, altrimenti ci si scotta.

  4. Fabio said,

    dicembre 5, 2011 @ 18:27

    Scusa il ritardo, ma mi sono svegliato ora dal sonno in cui mi ha fatto sprofondare il corso.

    Concordo in pieno con Boazano, NARCOLETTICO tanto che me ne sono tornato a casa a pranzo e non ho visto il pomeriggio.

    Il minimo è stato raggiunto quando il regista Enrico M. ha provato a riunire la trilogia dei fratelli Wachowski. Dopo Matrix, Matrix Reloaded e Matrix Revolutions proponendo : Random Linked Matrix ….. stroncato dalla critica.

  5. mattkazz said,

    dicembre 14, 2011 @ 02:33

    @Fabio
    cavolo, ti sei svegliato di traverso. Una link wheel con effetto bullet time potrebbe darti la carica.

  6. Seo Web Marketing experience 2011: la mia recensione said,

    agosto 14, 2016 @ 15:51

    […] della Pozza, Matt Kazz, Anna Possamai, Luca Bove, Salvatore Capolupo, Elena Farinelli, Alessandro Boreggio, Evolution […]

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Lascia un commento