5000 dollari a DMOZ per beatificazione editor

Ciao Matt,
sono l’editore di DMOZ che ha chiesto
5000 dollari a Jeremy Schoemaker per mantenere il suo sito nella categoria dei blog riservati alle affiliazioni. Ti scrivo, non per giustificarmi, ma per dirti in termini chiari, semplici e trasparenti che fine avrebbero fatto quei soldi: me li sarei tenuti.

Sono editor da lungo tempo e
- vado a messa tutte le mattine, se arrivo in anticipo dico anche il rosario
- ho due figli miei, tre del primo marito di mia moglie, tre del secondo marito di mia moglie, tre del terzo marito di mia moglie, senza contare che i tre mariti vivono tutti nella mia mansarda
- ho un pastore tedesco di dodici anni senza pedigree che soffre di asma e se tenta di abbaiare scatarra sul tappeto persiano
- ho una moglie che consuma dieci litri di birra al giorno e la notte piscia nel bidet, ma se non riesce a raggiungere il bagno scarica dentro i mie stivali da pesca
- ho un capoufficio con l’alitosi che crede ai rimedi omeopatici e li cura con l’aglio
 Insomma i 5000 dollari sarebbero serviti a inoltrare la mia causa di beatificazione al Vaticano: vorrei tanto inaugurare col mio nome la categoria santi e beati.
Che Dmoz ti benedica!

Nessuno dubita della tua buona fede. Se mi dai dieci dollari posso intercedere per te presso la statua di San Dinero, se me ne dai cento accendo anche una candela, se me ne dai mille ci costruisco attorno un santuario di pongo. In fondo, tra gente onesta, basta chiedere.
Google sia con te.

Lascia un commento