Spamsite: per webmaster in via di redenzione

Dopo Google Sitemaps, ecco un nuovo servizio per webmasters pentiti: Google Spamsite. Grazie a questo strumento in pochi passi il webmaster contrito e piangente potrà segnalare a Google le pagine del proprio sito in cui vengono usati trucchi quali testo invisibile e redirect in javascript.

Pentiti: usa Sitespam!Naturalmente bisogna dimostrare di essere i proprietari del sito: dopo la segnalazione, Google invierà un codice da inserire in un file di testo nella root. Dal pannello di controllo di Google Spamsite basterà premere un tasto di verifica ed attendere. Lo spider rileverà l’ip da cui è partita la segnalazione e stabilirà in breve tempo il numero di lacrime versate sullo schermo, verificando che si tratti di vero pianto e non di gocce d’acqua minerale miste a sale.

Nel giro di una-due settimane tutte le pagine segnalate verranno precipitate oltre la cinquantesima pagina della serp per la keywords associata e il webmaster, purificato dai peccati seo, potrà andarsi a bere un bellini con un Quality Rater.

2 commenti »

  1. Leonardo said,

    agosto 19, 2006 @ 04:44

    Ma non era meglio oltre la centesima almeno era un attimo piu’ difficile non raggiungerlo?!?

    Ahhh l’insostenibile leggerezza dell’essere…

  2. mattkazz said,

    agosto 19, 2006 @ 14:40

    Ricorda: Google è buono, Google perdona.

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Lascia un commento