Lo zoom del mostro di Loch Ness

Dopo il presunto avvistamento del mostro di Loch Ness su Google Earth, siamo stati costretti a sospendere le ferie per aiutare la comunità scientifica scozzese a vincere la dipendenza da whisky di malto e a risolvere il mistero che aleggia sulle acque del lago. Grazie a degli zoom supplementari abbiamo colto finalmente la vera natura di Nessie: pensavamo fosse peggio.

1 commento »

  1. mvftgucf said,

    luglio 12, 2010 @ 09:07

    bau bau

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Lascia un commento