Italia in pericolo: esclusa da Android

Ha destato scalpore il fatto che l’Italia sia stata esclusa dal concorso per Android, il sistema operativo del G-phone. Orde di ingeneri italiani imbufaliti hanno protestato contro l’accaduto.
Ora, mentre le fonti di informazioni ufficiali non si scandalizzanno più di tanto, l’Italia sta andando incontro ad un pericolo ben più grande. Prima che lo scopra Paolo Attivissimo, vi svelo io l’arcano. Chi ha studiato i linguaggi in codice, magari vedendo e rivedendo Indiana Jones o I pirati dei Caraibi, sa bene cosa voglia significare la seguente frase tratta da qui:

The Android Developer Challenge is open to individuals, teams of individuals, and business entities. While we seek to make the Challenge open worldwide, we cannot open the Challenge to residents of Cuba, Iran, Syria, North Korea, Sudan, and Myanmar (Burma) because of U.S. laws. In addition, the Challenge is not open to residents of Italy or Quebec because of local restrictions.

Si tratta di un malcelato ordine di attacco verso le nazioni menzionate, da sempre nemiche degli Stati Uniti. In poche parole, l’Italia è esclusa dal programma di salvezza Android. E’ bene che il Governo Italiano prenda subito provvedimenti, stanziando subito fondi agli ingegneri, in vista di un concorso interno per un utilissimo rifugio antiatomico globale. Mi raccomando picciotti, non svelate le informazioni al mio capo Sergey Mikhailovich Brin: ultimamente è già un po’ alterato per conto suo, come potete vedere dall’immagine.

Lascia un commento