Breviario SEO

Srotolando i papiri di mio nonno, ho scoperto le tracce di un breviario SEO, le cui ultime copie si pensavano bruciate nell’incendio della biblioteca di Alessandria insieme alla bibbia di Adsense. Eccone alcuni estratti: il primo è un inno propiaziatorio, il secondo una richiesta di perdono da spedire alla Santa Inquisizione in caso di bisogno.

Angiolino il mio carino
fa che io arrivi primo,
io ti prego immantinente
fai calare il concorrente,
coi poteri a te concessi
fai salir tutti gli accessi,
angiolin che tutto puoi
mentre dormo aumenta il ROI

O mio Google sempre acceso
non t’avessi mai offeso
o mio caro e buon motore
l’algoritmo tuo migliore
io non voglio offender più
nè più usar quel testo lato
per il quale mi hai bannato

Per finire, ecco un filmato in cui mio cugino Matt nega assolutamente di essere “The Google’s Moral Compass”: si sa, a lui piace sempre scherzare.

1 commento »

  1. capitano said,

    luglio 7, 2008 @ 10:19

    senza dubbio questa preghiera è tra le cose più divertenti che abbia mai letto sull’argomento seo :)

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Lascia un commento