Archive for Web/Net

Buon Natale e tanta pace

Secondo il Sole 24ore, il Papa qiesto 25 dicembre il Papa è diventato un guerrafondaio dichiarato. A tutti voi un Natale meno bellicoso e che le spade siano trasformate in panettone.

Commenti

Marissa Mayer e mamma Marisa

Ci sono molto metri di giudizio per dare un’opinione circa una persona.

Metro Marissa Mayer

Marissa Mayer è la nuova CEO di Yahoo. Anche Nicole Minetti è consigliera regionale della Lombardia e ha dieci anni di meno.
Marissa Mayer è una donna. Anche Belen, almeno a giudicare dalle foto su Playboy.
Marissa Mayer è incinta. Anche Raffaella Fico è in dolce attesa.
Sfatiamo i luoghi comuni: anche in Italia ci sono belle donne che fanno carriera, figli o entrambe le cose.
Infatti quando l’ho detto a mia madre, mostrandole nel contempo la foto di Marissa sul desktop, mi ha ammonito:
“La biunda? Che putanun!”
“Ma mamma, è incinta!!”
“Alura l’è propri un putanun!”
“Ma del marito!”
“Eh già! Ma te sei o non sei figlio del papà?”
“Sì, tuo e del papà”
“Ecco perchè non ho fatto carriera!”

Si vede proprio che mia mamma è la Marisa, mentre la Mayer è la Marissa. E comunque le donne sono sempre più intelligenti degli uomini.

Commenti

Kazzaref: alternativa alle regole della Fondazione <ahref

L’associazione Kazzaref si dice impossibilitata a partecipare alle complesse regole metodologiche della cugina perfettina, Fondazione <ahref,  che ha avuto l’accuratezza di scopiazzare dichiaratamente i suoi principi da qualche bigino universitario. Propone dunque quattro regole alternative che possono comunque essere calpestate da chiunque, in nome della massima libertà ed autocoscienza.

trascuratezzaTrascuratezza (vs accuratezza)
La trascuratezza viene prima di tutto, anche dell’accuratezza: non è che uno nasce pettinato. Fa parte della trascuratezza attribuire impropriamente frasi, dati, identità, fatti e cornetti alla crema.
Del resto, una storia vera condita di errori ha un gusto incredibile.

parzialitàParzialità (vs imparzialità)
Bisogna sempre parteggiare per qualcuno, soprattutto per se stessi. Ogni storia va raccontata nel modo più soggettivo possibile: l’opinione fatta di bianchi e neri è molto meglio del grigio incolore.
Essere partigiani rende la storia più nitida possibile e dà il diritto di cantare in pubblico “Bella ciao”.

dipendenzaDipendenza (vs indipendenza)
La regola è scrivere sempre e comunque, come se fosse una droga. In maniera veritiera oppure falsa, bastarda e bugiarda. La parola è una gran dominatrice e si disinteressa anche di possibili conflitti di interesse, soprattutto se si veste in cuoio nero e tacchi a spillo.

irregolaritàIrregolarità (vs legalità)
Essere irrispettosi del limite e delle norme consuete. Andare oltre la banalità delle solite fonti.
Avere sempre rispetto dei minori a cominciare a sputtanarli solo quando hanno compiuto il diciottesimo anno di età.

Commenti

Iab Forum 2011 in un’immagine

Quest’anno lo Iab Forum non ha presentato novità ecclatanti. Il social ormai è il social, il search era la search e il mobile mi vibra nel taschino. A tratti sembrava di essere al funerale di Steve Jobs. Persino i gadget avevano un che di grigio, insomma in un’immagine:

Iab Forum 2011, che
two balls

Comments (6)

Digital natives tra Facebook e G+

I digital natives non hanno problemi a districarsi tra Facebook e G+. Sarà perchè sono nati già con l’istinto tecnologico, sarà perchè sono sempre connessi alla rete da quando gli infermieri li disconnettono dal cordone ombelicale: di certo, nonostante le balie virtuali, conservano l’istinto primordiale della curiosità. Ecco un esempio concreto colto in questi giorni d’estate.

digital natives

Commenti

La Torcia Umana nuovo responsabile della Webfarm Aruba

torcia umana responsabile ArubaLa Torcia Umana è responsabile delle webfarm di Aruba.it dal 29 aprile scorso ma la notizia si è sparsa solo oggi. Ecco un’intervista che ci ha rilasciato in esclusiva, calda calda per voi.

Cominciamo con l’argomento più caldo, il nuovo black out operativo.
Sa, dall’ultimo incendio la situazione non è stata più come prima: la puzza di bruciato non è mai andata via, qualche cavo è rimasto scoperto, alcuni estintori si sono estinti, per non parlare dei dipendenti: pensi che c’è chi lavora con le bombole d’ossigeno.
Per respirare meglio?
No, è che i più scrupolosi si portano una piscina gonfiabile e lavorano in immersione: la prudenza non è mai troppa.
Lei come si trova nel suo ruolo?
In questo momento è una posizione scottante, ma ci sono abituato.
In effetti è una fase molto delicata.
Sì, bisogna fare attenzione a non bruciarsi.
Non crede che ormai la webfarm non sia più affidabile, con tutte queste interruzioni di servizio?
Non direi. Stiamo escogitando metodi per migliorare le condizioni attuali: stiamo pensando di usare il carbone invece dell’elettricità. Sfruttando il calore delle macchine riusciamo a fare prendere fuoco ai pezzi di carbone che a loro volta producono l’energia per alimentare i server: è una sorta di ricircolo ecocompatibile.
In effetti lei passa per un uomo dalle idee geniali ed illuminate. Come vede il futuro dell’azienda?
La Provvidenza ci verrà in soccorso: Dio vede e provider.
Grazie, e scusi se non le stringo la mano: ho dimenticato a casa i miei guanti d’amianto.

Commenti

L’incendio di Aruba: sospetti e colpevoli

Per l’incendio di Aruba i primi sospetti sono caduti su Nerone: gli investigatori però hanno trovato solo prove annacquate, insufficienti per un’accusa precisa. Ecco il filmato esclusivo dei primi agenti intervenuti sul posto: soltanto dopo parecchie ore si sono accorti di essere a Roma e non ad Arezzo.

Anche il concerto benefico pro-Aruba subito indetto da Irene Grandi ha gettato qualche ombra, ma i Riis preferiscono stare al sole.Nonostante questo la bionda cantante non desiste dal dedicare un brano ad un server andato in fumo.

Ma alla fine il colpevole è stato identificato e messo in gattabuia, dopo essere stato giudicato con un processo breve. Sarà costretto a un mese di backup socialmente utile ad acquistare per dieci anni di fila un servizio Keyposition: nel filmato un suo commento alla sentenza.

Comments (1)

Nella nuova content farm

Nella nuova content farm ia ia AolNella nuova content farm ia ia Aol
Contenuti a tutto spian ia ia Aol
C’è il copy copy co co pro
Nella nuova content farm ia ia Aol

Attaccato a un seggiolino ia ia Aol
C’è un portatile piccino ia ia Aol
Con il mouse mouse acid house
C’è il copy copy co co pro
Nella nuova content farm ia ia Aol

Scrivi solo per diletto ia ia Aol
Non si paga per rispetto ia ia Aol
Paid to write write why why why
Con il mouse mouse acid house
C’è il copy copy co co pro
Nella nuova content farm ia ia Aol

Testi nuovi originali quali ali ali?
Riprendiamo dai giornali ali ali ali
Solo articoli rubati ati ati ati
Lato seo rielaborati ati ati ati
Fotocopie copie copie co co copie
Copyright right, che ne sai?
Della nuova content farm guarda quanti fan!

Commenti

In bocca al lupo Steve Jobs

C’è chi le favole le racconta e chi le fa: in bocca al lupo Steve.

Good Luck Steve Jobs

Commenti

I supernodi: non solo Skype

Come si evince da questa foto esclusiva, dopo Skype anche Superman ha problemi coi supernodi. Chi avesse una soluzione può chiamare un numero verde, basta che non sia verde di kryptonite.

supernodi

Commenti

« Articoli Precedenti