Archive for Personal

Buon Natale seo frendly: Google Bells

E’ stato un anno difficile: ho scritto poco perchè mi facevano male i polpastrelli delle dita a furia di continuare a schiacciare il button “I Like” di Facebook. Ma cosa importa, arriva il Natale e come dice la Clerici spettinando i bambini Ti lascio una canzone

Comments (4)

Un hacker velocissimo ha manipolato il mio pc

Già a Natale qualcuno aveva tentato di infiltrarsi nel blog, ma Giacomo mi ha avvisato e sono riuscito ad evitare danni peggiori: non ho ancora finito di ringraziarlo ed ecco che un hacker velocissimo ha tentato di violare la mia privacy direttamente dal pc.
La differenza tra un hacker veloce ed uno normale è che quello normale mette la maschera…

hacker normale

…mentre quello veloce è SchumHacker

hacker normale

Comments (3)

Iab 2008: frammenti di un evento

Con la crisi attuale mi sono potuto permettere solo di comprare due vocali e una consonante, ma tanto è bastato per comporre la parola magica: IAB. Quest’anno la mia presenza si è ridotta a tre ore del secondo giorno, in compenso la mia assenza è durata tutto il primo giorno e buona parte del successivo.
Data la mia frammentaria partecipazione, vi farò una consequenziale una cronaca frammentata.

I commerciali, le standiste e gli stand -  i commerciali avevano l’aria di un pesciolino rosso saltato fuori dal vaso, altri sembravano origami disfatti, insomma in generale la recessione economica ha minato l’espressione un tempo briosa: alcuni indossavano cravatte di cartone e avevano uno spago al posto della cintura. Quando mi sono accorto che alcune standiste avevano un filo al posto degli slip, ho capito che in realtà si trattava solo di un viral marketing lanciato chissà come da TSW.Gli stand erano invece tutti uguali, cambiava solo il marchio ed il colore: un mio amico daltonico mi ha chiesto se WebRanking avesse comprato tutta la fiera.

I gadget - ne  ho presi solo quattro, tre li vedete in foto, il quarto era la birra di Zanox, che ho mischiato alla lattina di Clickpoint, per poi fare un ruttino discreto davanti allo stand di Tradedoubler.
La girl di Bigmouthmedia mi ha detto di non avere più dentiere, mi ha negato la lente luminosa e mi ha lasciato solo il tappetino; tuttavia era adorabile e chic, con quella sciarpa bianca stretta intorno al collo: la omaggio con questa lingua dei Rolling Stones da stampare e appendere al lato dello screen.

Le persone - ho visto con piacere alcuni fans del blog, Marco, Petro, Paolo ed altri discepoli. Li ringrazio perché mi leggono tutti i giorni anche se posto più o meno una volta alla settimana.

Workshop - sono andato alla conferenza sul search. Nereo Sciutto, in versione Charles Darwin, ha parlato del search come crocevia dell’evoluzione. Come case history ha citato Pirelli Re che a metà seduta perdeva l’11% in borsa. Come ha detto Layla il primo giorno della creazione dello Iab Forum 2008, “in Italia serve un salto culturale” : se gli investitori avessero conosciuto le prodezze del keyword advertising unito al SEO, le azioni sarebbero schizzate alle stelle.
Nel secondo intervento, Miriam Bertoli ha discusso di conversazioni e proprio in tema mi è squillato il cellulare, perciò mi sono perso mezzo intervento: chiedo venia, mi farò spedire il the best con tutte le conferenze del 2008.
Di Tanzini ho seguito solo l’esordio, poi, a proposito di reputation, mi ha raggiunto la notizia che Obama è bello, giovane e abbronzato, così sono uscito a fare un altro giro sotto i riflettori degli stand, che funzionano meglio di una lampada a raggi uva e sono a costo zero.

Dedico una foto al reparto fumatori, una razza ormai relegata ai margini della società: si intravedono individui con la sigaretta in mano ed altri che per il troppo fumo sono già stati impacchettati dal coroner.

A Dio piacendo, ci si ritrova l’anno prossimo a Novembre, quando lo IAB si accende in un’istante, come il pupazzetto di Msn.

Comments (7)

IAB Forum o JAB Forum?

Mi hanno detto che a Milano c’è lo JAB Forum.  L’8 novembre, senza esitare, prendo il primo tram da Mountain View alla Fiera: la boxe è la mia passione. Scendo a Gattamelata e mi dirigo all’entrata, ma dove stanno i pugili? E il ring? Chiedo alla reception e mi spiegano che è lo IAB forum, con la i di idiota. Vabbè, entro e vado al secondo piano dove tal Binaghi spiega le analogie tra gli aperitivi ed il marketing digitale, snocciolando numeri e piluccando salatini.
Subito dopo c’è una tavola rotonda condotta da un Re Artù ipotricotico che declama le virtù di undici cavalieri i quali giurano solennemente che investiranno il 10% dei loro beni nel marketing digitale: la classica decima del medioevo lascia ancora tracce nel pensiero collettivo.
Sciolta l’assemblea dei prodi cavalieri, annunciano l’arrivo di Nigel Mansell, ma siccome non mi piace la Formula 1 lascio la sala.

Ho fame, scendo al primo piano, in cui c’è una zona relax dove si può giocare a golf o fare un tiro con il pallone da rugby. Costava tanto mettere anche un punch-ball? Mi avvicino a un banchetto e prendo una lattina di una bibita energetica che mi dà alla testa, qualcuno mi offre una caramella indurita: mi rendo conto che mi stanno drogando. Mi sdraio sulla poltrona viola di Yahoo e subito un paparazzo mi scatta una foto. Devo scappare: mi pare che ci sia una conferenza sul Mobile, e siccome devo cambiare l’arredamento dell’ufficio decido di partecipare. Un ingegnere sale sul pulpito e dà i numeri del lotto per circa mezz’ora. Poi è il turno di un rappresentante della Coca Cola che presenta in modo frizzante alcune slide in cui spiega come si fa un concorso con gli sms. Mi aspetto qualche dritta sulle scommesse delle corse dei levrieri, invece arriva un agente di viaggi incacchiato che parla di auto zebrate. Subito dopo uno di Sky si lamenta perché il suo cellulare non ha campo. Alla fine sale una commessa di un negozio di abbigliamento che fa partire un video musicale low cost con scarti di modelle che si arrampicano sulle corde per farsi notare dalla platea.
Di arredamento nemmeno l’ombra, ma ormai sono stanco come un pugile suonato: già, ma siamo sicuri che non è lo JAB Forum?

Comments (4)

Il biglietto perfetto

Scusate la mia assenza quasi settimanale. Ho scoperto che in Italia nessuno conosce il volto di Sergey Brin. Così mi sono divertito un po’ a Courmayeur e dintorni: un biglietto da visita e tutte le porte si aprono. Ho fatto scalare tutto dal conto di Google. Poi, quando sono rientrato in albergo, mi sono trovato questo. A Sergey non scappa una mosca.

Commenti

Halloween per SEO

Per Halloween, alla fine ho deciso di vestirmi da zombie. Ecco le foto prima e durante la mascherata.

Comments (2)

Il mio nome è Inigo

Tra poco più di un mese è Hallowen e io mi preparo a mascherarmi per compiere l’impresa. Ne rimarrà soltanto uno!

Brin e Page dal volto sciocco, io non perdono e tocco!

Commenti